"Su granelli dorati affondano i talloni, fieri, gocce di sale sfiorano i ruvidi volti, seri, le braccia tese al cielo rivolte, le sopracciglia inarcate e disinvolte, mentre le onde impetuose risvegliano il sorriso, vola il kite a raggiungere il paradiso!"
‹ torna ai consigli di viaggio
Via embargo, vai col vento! Moron e Cayo Guillermo (Cuba).

Cayo Guillermo è un'isola nella parte centrale di Cuba, nota per i suoi hotel Beach Resort. Gran Caribe Villa Cojimar, Melia Cayo Guillermo e Sol Cayo Guillermo. Si trova nel comune di Morón, provincia di Ciego de Ávila, e fa parte dell'arcipelago detto Jardines del Rey.


 
Ad una quarantina di chilometri da Ciego de Avila e collegata al capoluogo da una strada che attraversa piantagioni di canna da zucchero, si trova la piccola Moron. Da vedere, l’interessante Museo de Arqueologia y Historia dedicato alla storia della città e dal cui tetto si può ammirare lo splendido panorama sulla città. Ci si accorge di essere arrivati a Moron, quando si troverà una gigantesca scultura raffigurante un gallo che domina la carrettera. Ecco delle escursioni da poter effettuare soggiornando a Moron. Merita una visita il lago naturale più grande di Cuba, a pochi km da Moron. La caratteristica di questo lago molto frequentato dai pescatori, è che deve il suo nome per il color latteo delle sue acque causato dal mescolarsi del carbonato di sodio ai depositi di gesso presenti sul suo fondale. Cayo Coco è seconda solo a Varadero come centro turistico. Situata all’interno dell’Arcipelago dei Giardini del Re è la quarta isola di Cuba per estensione ed è collegata alla terraferma grazie ad una strada rialzata che si inoltra sopra al mare per oltre 30 chilometri. I suoi numerosi resort e le spiagge di finissima sabbia bianca, ne fanno uno tra i luoghi più amati dai turisti di tutto il mondo. Altra rinomata isoletta di 13 kmq situata a ovest di Cayo Coco è Cayo Guillermo anch’essa collegata tramite una strada rialzata. Meta internazionale per gli appassionati della pesca sportiva offre magnifici fondali apprezzati da sub e amanti dello snorkeling. E ovviamente kitesurfing!!!!!
 
Ah, Cayo Guillermo: celebre per fenicotteri rosa, incredibili spiagge bionde e l'Ernesto di Cuba più famoso dopo il Che - il señor Hemingway. Fu infatti lo scrittore americano che diede il via alla "promozione turistica" di Guillermo, descrivendolo in modo entusiastico nel suo romanzo pubblicato postumo e ambientato a Cuba Isole nella corrente (1970). Lo sfruttamento dei cayos settentrionali prese il volo nel 1988, con l'apertura di un piccolo hotel su una casa galleggiante, e fu saldamente ancorato al suolo quando il primo resort all-inclusive dei cayos - Villa Cojímar - ricevette i suoi primi ospiti. Da tempo rinomata località per la pesca d'altura, con i suoi 13 kmq l'isolotto di Guillermo conserva un'atmosfera più esotica del suo cugino orientale.  Le mangrovie al largo della costa meridionale sono l'habitat di fenicotteri rosa e pellicani, mentre il banco corallino nelle acque dell'Atlantico è popolato da numerosissime specie di pesci tropicali e crostacei. La strada attraversa una zona di mangrovie prima di entrare in Cayo Guillermo. La superficie ridotta (13 km2) di questa isoletta la rende più accogliente della sua grande vicina Cayo Coco (370 km2). Le spiagge si estendono solo per 5 km ma l'isola è un ottimo luogo di pesca. Da Playa Pilar, la spiaggia più bella dell'isola, un catamarano può portarvi a Cayo Media Luna, proprio di fronte; un'isoletta celebre per la bellezza dei suoi fondali corallini. Su questo Cayo si trova una delle spiagge più belle di Cuba, Playa Pilar, che prende il nome dal mozzo del Yacht di Ernst Hemingway, Pilar. L'isola è stata anche l'ispirazione alla stesura del novella "Island in the Stream" di Hemingway. Il cayo è collegato alla terraferma da una strada lunga 27km, la cui costruzione ha sollevato proteste da parte degli ambientalisti per il disturbo recato al flusso delle maree e alla vita sottomarina. Tuttavia colonie di fenicotteri hanno nidificato nelle acque basse vicino alla strada. Sono state poi create delle interruzioni della diga su cui si trova la strada per ripristinare collegamenti via acqua tra le due parti.Cayo Guillermo è collegata da una lingua di terra a Cayo Coco. Pur conservando in gran parte il loro aspetto selvaggio, le isole ospitano circa una dozzina di Hotel sulle splendide spiagge da dove si accede alla barriera corallina a nord.
 
L'isola possiede un aeroporto, l'aeroporto Jardines del Rey (Aeropuerto Jardines del Rey) per i collegamenti da e verso l'Avana.
 
Ma veniamo alle kiteschool del luogo:
 
http://www.cubakiters.com/it/
 
http://www.havanakite.com/it
 
http://www.travelnetcuba.it/it/kitesurf-a-cuba
 
http://www.kite-cuba.com/en/spot.php
 
Come arrivare? Meridiana e Air Italy volano regolarmente senza scali da Milano Malpensa su Cayo Coco che dista solo 13 km da Cayo Guillermo.
 
www.meridiana.it/airitaly
 
Dove alloggiare? Sono molti gli hotel a 4 e 5 stelle della zona, ma noi siamo soliti darvi delle destinazioni differenti.
 
Quindi:
 
http://www.bebguanabo.com/cayo-gullermo/
 
http://maiteaccommodation.blogspot.it/
 
http://www.bbinnvinales.com/bedandbreakfastrentweb/?136,casa-alojamiento-maite-(moron)-4-
 
Created by GIGA Studio