"Su granelli dorati affondano i talloni, fieri, gocce di sale sfiorano i ruvidi volti, seri, le braccia tese al cielo rivolte, le sopracciglia inarcate e disinvolte, mentre le onde impetuose risvegliano il sorriso, vola il kite a raggiungere il paradiso!"
‹ torna ai consigli di viaggio
Qui anche il vento preciso! Yvonand (Switzerland).

Yvonand, con il suo porticciolo e la lunga spiaggia di sabbia sulla riva meridionale del Lac de Neuchâtel, è diventata una piccola località turistica. Percorrendo a piedi o in bicicletta i sentieri che si snodano nell'entroterra, si scoprono diverse località storico-culturali.


 
Yvonand sorge a 438 metri s.l.m., non lontano dal capoluogo del distretto Yverdon-les-Bains, su un'ampia piana alluvionale alla foce della Mentue nel Lago di Neuchâtel. La regione rivierasca è pianeggiante e circondata da una cintura di canneti e boschi. Nell'entroterra, il profilo pianeggiante del paesaggio forma in parte uno spigolo roccioso e, infine, cede il passo a un altopiano collinare. Qui, i fiumi Mentue e Vaux hanno scavato profonde gole negli strati di molassa, sopra le quali, a oltre 100 metri di altezza, si protendono due viadotti autostradali.Le escursioni nei dintorni di Yvonand consentono di scoprire numerose attrattive: La Roche de la Baume (vicino a Rovray) è un'altura rocciosa che sovrasta il borgo e offre una vista straordinaria sul lago e il Giura. Nel XIV secolo, le grotte di arenaria che si trovano qui sono servite da nascondiglio per i falsari. Nel Vallon des Vaux si trova l'Abri-sous-Roche, un sito preistorico nella roccia situato 50 metri al di sopra del ruscello Vaux; procedendo più all'interno della valle si incontra la torre di Saint Martin del XII secolo, da cui si gode una splendida vista sulla zona circostante. Seguono la chiesa di Chêne-Pâquier del XVII secolo, con la sua peculiare forma ovale, e le catacombe romane sotto la chiesa del villaggio di Démoret. A completare la rete di sentieri escursionistici ci sono alcuni sentieri tematici, come il sentiero delle rane («Sentier des grenouilles»), che conduce da stagno a stagno, o il «Sentier du tri» sul tema della raccolta differenziata e il riciclaggio dei rifiuti.A due ore di marcia o 4 minuti in treno da Yvonand si trova l'ingresso alla riserva naturale della Grande Cariçaie, l'acquitrino lacustre più vasto della Svizzera ed esteso sulle sponde di un lago. I sentieri che si snodano fra paesaggi palustri, boschi e praterie consentono di vivere un'intensa esperienza a contatto con la natura. Sentieri ciclistici ben strutturati portano da Yvonand alle cittadine storiche di Estavayer-le-Lac, Grandson e Yverdon-les-Bains con la sua famosa piscina d'acqua sulfurea termale.
 
Kitesurf? Eccolo!
 
http://www.kiteclubyvonand.ch
 
E per gli amanti del windsurf........
 
http://www.surfcentervd8.ch
 
Dove alloggiare?
 
www.camping-yvonand.ch
 
www.camping-yverdon.ch
 
e per i più comodi.....
 
www.gite-du-passant.ch 
 
Created by GIGA Studio